Libreria
Italiano

Lilith, vampira sensuale e disprezzata

110.0K · Completato
Liliana Situ
101
CapitolI
567
Visualizzazioni
9.0
Valutazioni

Riepilogo

Disprezzato e tormentato in passato per quello che credevo fosse il mio grande e unico amore per la vita, Ho sofferto per questo fino a quando sono quasi svenuto... Ora sono un vampiro sensuale, milionario di successo e desiderato. Ho avuto mille amanti, ma solo quello caldo Viggo è in grado di accendere il mio fuoco in modi così deliziosi e sensuali. Dai un'occhiata al mio mondo erotico senza restrizioni. Benvenuti nel mio eccitante mondo. Unisciti se ne hai il coraggio.

MafiaSangueRagazzeRagazzeMagiaBullismo18+DrammaticoPossessivoBadboy

Molestato al cinema...

Il cinema è quasi vuoto...

Quindi ho più spazio sui sedili per mettere tutto il mio pasticcio di popcorn, nachos, soda, hot dog e altre prelibatezze che ho ordinato in precedenza al negozio di caramelle.

Dato che ho così tanto spazio posso anche mettere i piedi sul sedile vuoto di fronte a me.

Il mio enorme trench nero riposa su un'altra sedia vuota.

Sullo schermo del cinema amo le urla della donna sul palco.

Sorrido mentre mi ripieno con una manciata di popcorn al caramello.

Ho anche a mia disposizione popcorn al peperoncino, popcorn salato e alcuni con formaggio extra.

I quattro ragazzi del cinema mi hanno guardato incuriositi, tra la sorpresa e il divertimento quando ho chiesto loro di aiutarmi a portare il mio intero carico di cibo spazzatura al teatro.

Il film continua e io mastico meccanicamente.

Sorseggio rumorosamente dalla cannuccia della mia bibita alla mela.

Certamente!

Ho anche a mia disposizione aranciate, coca cola, pompelmo e bibite alla fragola.

Tutti con ghiaccio e senza ghiaccio.

Cosa posso dire?

Adoro il cibo spazzatura!

Il vampiro nel film in bianco e nero è così distaccato, così aristocratico, così anni '20.

È il primo Dracula del cinema contemporaneo.

Quello stereotipo è stato ripetuto molto nei vari film.

E devo dire che mi sembra il più appropriato e più vicino alla realtà.

Anche se non dimentichiamo quello di Bram Stoker.

È stato un grande Dracula!

Quando rido mi esce una manciata di popcorn perché questa scena è esilarante, anche se l'ho già vista più di venti volte.

Le altre dieci persone che sono con me a questa proiezione di mezzanotte al cinema sono delle coppie.

Un ragazzo mi ha dato uno sguardo strano quando sono entrato in soggiorno con il mio carico di patatine e dolci...

E qualcuno molto speciale.

Non sono preoccupato per l'uomo seduto qualche posto sotto di me.

Sai che l'ho visto.

Sai che ti tengo d'occhio.

Contro ogni previsione dei ragazzi del film, ho quasi finito con tutta la mia festa di cibo spazzatura.

Ho finito l'ultima delle mie bibite e accatasto tutta la spazzatura su un'unica sedia.

Quando finisco il mio compito, focalizzo il mio sguardo sullo schermo.

È allora che il tizio con il trench nero fa la sua mossa.

Silenziosamente e quasi impercettibilmente si muove...

Scivola fuori nel corridoio per salire le scale dove sono io.

Gli occhi di Nosferatu mi affascinano, i suoi occhi sono semplicemente fantastici.

Che bel trucco!

Che buoni effetti per un film che ha più di cento anni.

Quell'intensità con cui Nosferatu guarda ti trafigge l'anima e raggiunge i tuoi limiti che nemmeno sospettavi di avere.

L'ombra si muove furtivamente attaccata al muro del cinema oscuro.

Nessun altro a questo spettacolo sembra notare che l'uomo con il trench nero mi sta perseguitando.

Si siede a pochi posti da me senza fare rumore.

Lo guardo con la coda dell'occhio e dentro muoio dal ridere.

Allungo braccia e gambe sul sedile perché questa non è una delle mie parti preferite del film.

L'ombra si sposta su altri sedili finché non è quasi dalla mia parte.

Il film è quasi finito.

Il mio orologio si accende quando lo tocco e vedo che sono quasi le due del mattino

L'ombra dell'uomo con quegli intensi occhi rossi mi fissa con vero odio.

Come so che non c'è via di scampo, è un buon momento per affrontarlo.

"Pensavo che non ti saresti mai avvicinato alla mia cara."

Sussurrò leggermente.

"Sei una disgrazia Lilith..."

"Non posso credere che tu abbia mangiato tutto quello schifo."

Gli esplodo in faccia perché ne ho voglia.

E perché mi piace infastidire quest'uomo così corretto.

L'uomo indietreggia di alcuni posti disgustato, asciugandosi la faccia con il fazzoletto.

"Oh andiamo amore mio, non essere così corretto!"

"Sai che ho sempre avuto un debole per le caramelle."

esclamò divertita dalla sua reazione.

"Una cosa sono le caramelle della vecchia Lilith, le squisite caramelle del passato."

"Una cosa molto diversa è la merda che ora viene venduta nei cinema".

"Prima, i cinema avevano più categorie".

Energetic dichiara il mio stalker.

"I popcorn sono la cosa più deliziosa e indispensabile quando vai al cinema e lo sai a memoria."

Allungo una mano in modo da potergli toccare la mano, ma l'uomo evita il mio tocco spostandosi di due sedili.

"Non toccarmi con le tue mani sporche piene di quell'unto e di quella sporcizia."

Il mio stalker sbuffa con rabbia.

"Rilassati già tesoro!"

"Film quasi finito e mi laverò le mani, felice?"

La mia bella amica mi guarda infelice.

Viggo non vuole e non può capirmi e non credo che l'abbia mai fatto prima.

Ma sai una cosa?

Non mi dispiace.

Con me capire questo mondo per noi due è più che sufficiente.

Quando il film finisce, io sono l'unico in piedi e fischiettando davanti a quel capolavoro d'arte.

Un pezzo cult nel genere dei vampiri.

Questo è un buon film sui vampiri, non come le cose stupide e di cattivo gusto di Twilight.

Che schifo! quei film mi hanno fatto urlare e vomitare quanto sono orribili.

Non mi interessa cosa pensano gli altri.

La mia opinione non cambierà mai.

Le luci si accendono in pieno e guardo il mio porcile sui sedili.

Bene...

Sì, sembra che abbia dato da mangiare a un reggimento di bambini affamati.

Non sembra che abbia mangiato tutto questo da solo.

Guardo il passo lento e sconfitto dei ragazzi del cinema quando salgono a raccogliere tutta la mia spazzatura.

Quindi mi affretto a compattare tutti i contenitori di cartone.

Quando i ragazzi finiscono di salire le scale, Viggo non è più al mio fianco.

Mi sta aspettando di sotto con il mio trench in mano.

I ragazzi non riescono a credere che ho raccolto tutto così in fretta e che la spazzatura sia così ben compattata.

"Lily tesoro!"

"Non sapevamo che fossi così veloce e bravo in questo."

Peter, il capoturno notturno, commenta stupito.

"Te l'avevo detto che dovevi assumermi..."

"Oh sì, Pietro!"

dico fingendo di leggere il nome sul distintivo della sua maglietta.

"Beh Peter ora sai cosa hai perso."

"Ci vediamo lunedì prossimo!"

Entro nel corridoio e scendo al piano di sotto con un po' di mal di stomaco.

È un bene che non si noti nulla sulla mia figura.

"Ehi Lilly!"

"Lunedì prossimo mostreremo Dracula di Bram Stoker, la versione di Keanu Reeves!"

Peter grida dalla cima delle scale.

"Puoi scommettere che sarò qui a vederlo anche io Peter!"

Saluto i ragazzi che si stanno affrettando a pulire gli altri sedili.

Viggo è appoggiato al muro fuori dal cinema e la sua faccia è ostile.

Questa è la faccia che amo di più vedere su di lui.

Gli prendo il braccio e lo trascino felicemente per venire con me in bagno a lavarmi le mani.

"Lilith mi ha lasciato andare con un dannato demone!"

"Hai ancora quelle mani sporche e appiccicose."

Per farlo arrabbiare, gli asciugo un po' il trench.

Viggo si allontana rapidamente da me disgustato mentre io scoppio a ridere.

Vado in bagno e mi lavo le mani mentre guardo il mio riflesso nello specchio del bagno.

Questa antica magia funziona ancora.

Lo specchio può "vedermi".

Sorrise perché adoro questo look da signora di mezza età.

Panino molto femminile insieme a vestiti neri grandi e ingombranti.

Stivali con plateau neri e non indosso trucco o gioielli.

Mi mando un bacio e una strizzatina d'occhio allo specchio infestato ed esco così posso portare a casa il mio orco rovente personale.

***Di Liliana Situ***

Apprezzo molto la tua opinione.