Libreria
Italiano

I suoi Volkov

353.0K · Completato
Stardustglitters Author
180
CapitolI
63.0K
Visualizzazioni
9.0
Valutazioni

Riepilogo

Belle, 26 anni, innocente e di buon cuore, vive a New York godendosi ogni angolo della sua libertà finché non incontra Nikolai e Alexei, i fratelli più ricercati del mondo criminale sotterraneo. Nikolai è il boss della mafia russa, un'organizzazione criminale organizzata gestita dalla famiglia criminale Volkov. Ha rilevato l'azienda di famiglia quando suo padre è stato assassinato. Possiede diverse attività legittime e società finanziarie a New York City. Alexei è il sottocapo della mafia che si occupa della manodopera e dei rapporti clandestini della mafia. Belle è rimasta sconvolta nel momento stesso in cui ha incrociato lo sguardo dell'uomo che ha gli occhi verde scuro e un fascino innegabile a cui trova difficile resistere.

MiliardarioMafiaMatrimonioTriangolo AmorosoSessosentimentoDominanteBrava RagazzaBadboyPossessivogravidanzaBGprepotenteforte

Capitolo 1

POV di Belle

Finalmente New York!

Questo momento è annotato nella mia lista dei desideri. Vai in America, vivi in un appartamento esattamente come nei film. Scala in cemento e corrimano in ferro verniciati di nero e bellissimo telaio della porta in legno con intagli intricati. Normalmente con due o tre piani e l'attico è il luogo più romantico con vista sulla città. All'esterno ci sono enormi alberi che si allineano perfettamente donando alle strade un aspetto dorato e surreale in autunno.

Tuttavia, alcuni familiari mi hanno anticipato nell'appartamento principale, quindi mi sono sistemata nell'appartamento seminterrato. Sono un po' delusa ma non mi lamento. Il seminterrato è vicino alla perfezione. Ha anche queste scale di cemento che scendono e pochi passi a sinistra c'è un piccolo portico dove si trovano un tavolo rotondo di legno e due comode sedie di legno. Intorno al portico ci sono bellissime viole. E per completare il tutto, luci colorate grandi come castagne pendono attorno al minuscolo portico. È surreale e romantico.

Mentre facevo una passeggiata intorno all'isolato, un negozio di fiori attirò immediatamente la mia attenzione. Davanti al negozio sono appese alcune orchidee e all'esterno sono esposti mazzi di rose rosa, rosse, gialle e bianche, tulipani, garofani, respiro di bambino e gigli.

E poi eccola qui la mia preferita, le margherite rosse dal gambo lungo. Uffa! Sono adorabili! Mi sono incamminata in fretta verso la direzione delle margherite quando all'improvviso, BAM!

"Oww! Ahi!"

Dannazione! La mia faccia ha colpito il vetro della finestra!

Le margherite infatti vengono esposte all'interno del negozio e non nella corsia esterna insieme agli altri fiori. Chiunque abbia pulito alla perfezione quella finestra di vetro dovrebbe avere un aumento. Ha fatto un buon lavoro nel renderlo perfetto!

Oh Dio. Poi ho realizzato la mia situazione attuale. Posso sentire il sangue che mi scorre sul viso.

Ho subito ripreso il mio ingegno e ho deciso di giocare alla grande. Mi sono guardata da una parte all'altra solo per assicurarmi che nessuno vedesse cosa era appena successo.

Con mio totale orrore, ho sentito una risatina sommessa da dietro. Il mio cuore perse immediatamente un battito. Merda.

Il mio pulsante antipanico ha funzionato come mai prima d'ora. Penso che sia ora di scomparire dalla faccia della terra.

Non oso voltarmi. Ho raccolto tutte le forze che mi restavano e sono fuggita come se avessi rubato qualcosa. E poi il vento soffiò... forte. La cosa successiva che so, è che la mia dignità di donna è stata frantumata in piccoli pezzi. A questo punto avrei desiderato che la terra mi inghiottisse vivo.

La mia gonna fluida si è alzata completamente e ha rivelato le mie mutandine al mondo! Un momento alla Marilyn Monroe totale che, giuro sugli dei, non ho chiesto. Gah!

Mentre faccio fatica a tenere abbassata la gonna, ricordo che indossavo la biancheria intima rosa che mi aveva regalato la mia migliore amica con la scritta EXTRA sul davanti e VIRGIN sul retro.

Urgh! La strangolerò per questo! So che non avrei dovuto indossarlo fin dall'inizio, ma quella è stata la prima cosa che sono riuscito a prendere dal mio bagaglio dato che non ero ancora in grado di disfare i bagagli.

Oh Dio! Colpisci quel tuo fulmine e colpiscimi più forte che puoi e permettimi di morire in questo preciso momento!

~

POV di Nikolai

"Sembro uno che se ne frega?! Voglio la consegna stasera! E non chiamarmi più, cazzo, finché quel pezzo di merda non mantiene la sua parte dell'accordo." Ho terminato la chiamata stringendo forte la mano per la frustrazione.

"Di' ad Alexei che più tardi potremmo aver bisogno dei nostri uomini."

Yuri annuisce e compone il numero del telefono.

Sono quasi le 10 di sabato ed è il compleanno di Yelena. Sono passati tre anni da quel terribile incidente. Posso ancora vedere il suo viso ogni volta che chiudo gli occhi. Posso ancora sentire l'odore del sangue che le scorreva sul viso. Non si sveglierà, qualunque cosa io abbia fatto. Era andata.

Non ero lì per lei quel giorno. Non sono riuscito a proteggerla. Invece avrei dovuto morire, cazzo!

Strizzo gli occhi mentre cerco di cancellare dalla mia mente la sua immagine insanguinata e senza vita.

Mentre attraversavo la strada per andare a prendere i fiori di Yelena nel piccolo negozio di fiori dove lei era sempre in giro, il mio mondo si fermò improvvisamente.

Questo non potrebbe accadere. Questo non potrebbe essere reale. Se questo è un sogno, preferirei non svegliarmi.

Elena?

Ho ottenuto la mia risposta quasi istantaneamente quando l'immagine si è spostata leggermente nella mia direzione. Un colpo di delusione mi colpì come un dannato proiettile nel cuore.

Questa donna assomiglia quasi esattamente a Yelena. Ogni perfetto tratto angelico, ogni torsione e onda dei suoi capelli, ogni singolo battito dei suoi occhi.

Sono stato riportato alla realtà quando improvvisamente ha sussultato come se avesse trovato Dio o qualcosa del genere. Lei si eccitò troppo e camminò piuttosto velocemente verso la finestra di vetro che alla fine la colpì in faccia provocando un forte botto.

I miei uomini ed io siamo rimasti lì in soggezione.

"Oww!" Mormorò, ovviamente ferita.

Ho fatto un passo avanti per chiederle se stava bene, ma mi sono fermato quando si è guardata imbarazzata da una parte all'altra.

Beh, merda. Prima assomiglia esattamente a Yelena e ora si comporta in modo goffo come lei. È tutto vero, cazzo?

Ho infilato le mani nelle tasche e ho aspettato che le cose si svolgessero proprio davanti a me.

Poi spara il pugno in aria pensando che nessuno abbia visto cosa è appena successo. E questa è stata l'ultima goccia. Feci una risatina sia incredula che divertita.

È come se quello che è appena successo non bastasse. Ero chiaramente pronto per la migliore mattinata che avessi mai avuto da molto tempo.

Mentre il bellissimo angelo correva per scappare, la sua gonna si è alzata esponendo le sue gambe piene e il suo culo generoso. Chiaramente sto impazzendo visto che tutto intorno girava al rallentatore. I suoi lunghi capelli ondulati danzano con il vento che soffia mentre lotta per tenere abbassata la gonna. Sono sicuro che quello stronzo di Alexei apprezzerà la sua vista.

È questo? EXTRA VERGINE?

Fanculo a me.

Yuri si schiarì la gola, strappandomi dai miei pensieri. Mi aggiusto la cravatta e cerco di concentrarmi di nuovo. Che diavolo?

Yuri ha già pagato il mazzo di margherite rosse - il fiore preferito di Yelena - mentre io sono ancora mezzo stordito, ammutolito.